In Siria uccisi 200 combattenti durante un raid aereo russo su base terroristica

Secondo Mosca sarebbero stati eliminati due nascondigli e 200 combattenti a nordest di Palmira

Raid aerei in Siria

Raid aerei in Siria

globalist 20 aprile 2021
L'operazione russa contro i combattenti ostili al regime di Assad in Siria sarebbe andata a segno.
Infatti il ministero della Difesa russo ha annunciato che le forze di Mosca hanno ucciso "fino a 200 combattenti" in Siria durante raid aerei su "una base terroristica" a nordest di Palmira.
"Dopo aver confermato le informazioni sulla posizione di strutture terroristiche attraverso diversi canali, aerei dell'aviazione russa hanno effettuato i raid. 
Due nascondigli e fino a 200 militanti sono stati eliminati", si legge in un comunicato.
A rendere nota l'operazione è l'agenzia russa Interfax, che cita il contrammiraglio Alexander Karpov. 
Nel raid aereo sono stati distrutti, oltre a due nascondigli, 24 camioncini con mitragliatrici pesanti e circa 500 kg di munizioni e componenti per la creazione di ordigni esplosivi improvvisati.