Caccia Usa contro i miliziani filo iraniani, la Siria condanna: "Cordarda aggressione americana"

Nella nota si sottolinea che l'attacco è avvenuto in concomitanza della visita a Damasco dell'inviato speciale dell'Onu, Geir Pedersen, "e questo invia un messaggio di disprezzo da parte degli Stati Uniti"

Caccia Usa

Caccia Usa

globalist 26 febbraio 2021
Dei caccia statunitensi hanno preso di mira dei miliziani filo-iraniani in Siria al confine con l'Iraq. La Siria ha condannato l'azione definendola una "codarda aggressione". 
"In una flagrante violazione delle norme del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite, caccia americani hanno lanciato un'aggressione codarda bombardando alcune aree nella provincia di Deir Ezzor, vicino al confine siriano-iracheno", si legge in un comunicato del ministero degli Esteri di Damasco riportato dall'agenzia di stampa Sana.
Nella nota si sottolinea che l'attacco è avvenuto in concomitanza della visita a Damasco dell'inviato speciale dell'Onu, Geir Pedersen, "e questo invia un messaggio di disprezzo da parte degli Stati Uniti della legittimità internazionale nella risoluzione della crisi in Siria".