Zingaretti contro Salvini: "Possiamo pensare di riaprire grazie alle scelte rigorose"

Il presidente della Regione Lazio: "Con la campagna vaccinale e gli effetti di questa vaccinazione che si cominciano a vedere, affrontiamo questa estate già con uno spirito nuovo"

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

globalist 17 maggio 2021
Quelli passati e quelli che stiamo vivendo sono stati giorni importanti per l'Italia che, dopo il riavvio delle attività produttive ed economiche, ha iniziato a vedere una luce in fondo al tunnel del Covid.
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso di una conferenza stampa di oggi ha parlato della possibilità di vivere l'estate con uno spirito differente.
"Seguiremo le scelte del governo sul processo di riapertura ma possiamo dire che con la campagna vaccinale e con gli effetti di questa vaccinazione che si cominciano a vedere, affrontiamo questa estate già con uno spirito nuovo. Per fortuna il governo alcune settimane fa ha compiuto la scelta di avviare le riaperture con prudenza ma anche di avviare una fase nuova".
"Se il contagio cala e oggi possiamo parlare di aprire una nuova fase di allentamento delle regole è grazie al fatto che le misure adottate qualche settimana fa sono state opportune e rigorose. La curva che scende conferma che le decisioni prese dal governo Draghi erano giuste, abbiamo visto in Italia e non solo che appena si alleggeriscono le regole rispetto alla circolazione del virus subito la curva risaliva - ha spiegato Zingaretti - Oggi possiamo guardare con più serenità all'estate e fare delle scelte di allentamento delle misure che regolano la vita sociale e culturale".
Secondo il governatore "avere tenuto ferma la barra permette oggi di essere ottimisti. In virtù di quelle regole possiamo pensare di riaprire gradualmente e non chiudere mai piu'. Oggi possiamo cominciare a crederci perche' i fatti ci stanno dando ragione".
Ridotto la mortalità tra gli anziani, ce l'abbiamo fatta
"Rispetto all'obiettivo prioritario di abbattere il tasso mortalità degli anziani, ce l'abbiamo fatta.
Rispetto a un anno fa i dati raccontati dalla dottoressa Davoli (direttrice del dipartimento Epidemiologia del Lazio, ndr) rappresentano una svolta".
"Questo vuol dire che il vaccino funziona ed e' stato molto importante alla vigilia del periodo estivo e della riapertura mettere in sicurezza chi rischiava di prendere il covid e di morire per questo". Ha aggiunto Zingaretti.
"Questo è stato il nostro assillo nella condizione della campagna vaccinale per vaccinare tutti il più presto possibile, ma di più chi rischiava la vita", ha infine concluso.