Coprifuoco spostato alle 23 e annullato dal 21 giugno: la bozza del nuovo decreto Covid

C'è soddisfazione per le scelte di Draghi, basate sull'evidenza scientifica e anche sul deciso calo di contagi e morti delle ultime settimane.

Mario Draghi

Mario Draghi

globalist 17 maggio 2021

A quanto si apprende fa fonti di governo, la road map di Mario Draghi per un progressivo allentamento delle misure di prevenzione da Covid-19 è stata approvata all'unanimità. C'è soddisfazione per le scelte di Draghi, basate sull'evidenza scientifica e anche sul deciso calo di contagi e morti delle ultime settimane. Di seguito le varie misure che saranno discusse dal Consiglio dei Ministri: 
Coprifuoco: già da oggi il coprifuoco potrebbe venire allungato alle 23, il 7 giugno si arriverebbe alle 24 e dal 21 giugno verrebbe del tutto abolito. 
Ristoranti: dal 1 giugno bar e ristoranti potranno essere aperti anche al chiuso, sia a pranzo che a cena. 
Matrimoni: I matrimoni potranno ripartire dal 15 giugno, ma con il "green pass", e cioè certificazione di vaccinazione o tampone, per i partecipanti.


Regioni: Dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna saranno zona bianca. E, con questo trend di contagi, dal 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria entreranno in zona bianca. Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti). Non c'è coprifuoco.
Palestre e piscine: Aperture delle palestre il 24 maggio, quella delle piscine al chiuso il 1 luglio. Secondo la stesso cronoprogramma l'apertura dei parchi tematici è prevista il 15 giugno. 
Centri commerciali e mercati: Gli esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive riapriranno dal 22 maggio, nel primo weekend successivo al decreto legge Covid. 
Manifestazioni sportive: La presenza di pubblico, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi al termine della cabina di regia, è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni sportive dal 1 giugno all'aperto e dal 1 luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all'aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale.
Casinò: La road map decisa nella cabina di regia, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, prevede la riapertura dal 1 luglio delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. 
Discoteche: le attività restano sospese. 
Impianti di risalita: gli impianti di risalita in montagna riapriranno dal 22 maggio, alle condizioni indicate dalle linee guida. 

Parametri dei colori: cambiano i parametri delle zone rosse, arancioni e gialle: la guida non sarà più l'RT ma l'incidenza e un altro forte fattore è il tasso di ospedalizzazione, sia in terapia intensiva che in area medica. Arriva una radicale semplificazione - spiegano fonti di governo - dei 21 criteri precedenti, che scendono a 12. È allo studio, a quanto si apprende da fonti di governo, un possibile nuovo schema dei parametri di validità del Green Pass per chi ha fatto il vaccino. Due, in particolare, i parametri suscettibili di modifiche: la scadenza, a sei mesi dal vaccino, del pass (scadenza che potrebbe essere prolungata) e la valutazione di ottenere il pass già con una prima dose di vaccino. È stato chiesto agli esperti, in merito, di effettuare approfondimenti medici. C'è, inoltre, l'impegno a muoversi comunque in coordinamento con i parametri decisi a livello Ue. 

Corsi di formazione: dal primo luglio riprenderanno in presenza i corsi di formazione, pubblici e privati.