Faraone su Letta difende Renzi: "Non fu un regicidio ma un voto collegiale del Pd"

Il senatore di Italia Viva: "Renzi come al solito si è assunto l'onere per tutti, anche di chi oggi vota Letta all'unanimità"

Davide Faraone, Presidente dei senatori di Italia Viva

Davide Faraone, Presidente dei senatori di Italia Viva

globalist 14 marzo 2021

Una precisazione che sa di accusa verso i renziani di un tempo che si sono riposizionati.

Davide Faraone, Presidente dei senatori di Italia Viva, intervistato da Lavinia Spingardi a SkyAgenda: "Faccio un grosso in bocca al lupo a Letta e i miei migliori auguri buon lavoro perché ce n'e' bisogno: spero si chiuda presto questa fase di transizione, gli italiani sono interessati alle varianti del Covid più che alle correnti dei dem.
Mi auguro che Letta sia un segretario del Pd che sostenga convintamente Draghi senza tentennamenti. Ricordo che all'epoca della campanella c'era Renzi ma il voto era collegiale del Pd: non fu un regicidio, Renzi come al solito si e' assunto l'onere per tutti, anche di chi oggi vota Letta all'unanimita' ".
È sicuramente vero che fu l’Assemblea a decretare la fine del governo Letta ma è altrettanto vero che fu lo stesso Matteo Renzi a spingere per questa decisione.