Biden sul clima promette di dimezzare le emissioni entro il 2030

Raddoppierebbe così le riduzioni che l’amministrazione Obama si era impegnata a realizzare nello storico accordo sul clima di Parigi del 2015

Joe Biden

Joe Biden

globalist 22 aprile 2021

L’impegno che Joe Biden ha annunciato al summit globale sul clima, sarà quello di ridurre le emissioni di combustibili fossili degli Stati Uniti fino al 50-52% entro il 2030. Raddoppierebbe le riduzioni che l’amministrazione Obama si era impegnata a realizzare nello storico accordo sul clima di Parigi del 2015.

“Siamo risoluti ad agire. Rispondendo e combattendo i cambiamenti climatici vedo l’occasione di creare milioni di posti di lavoro. È il decennio decisivo per evitare le conseguenze peggiori: dobbiamo agire. Questo vertice è il primo passo del cammino che dobbiamo fare insieme” ha affermato il presidente Usa Joe Biden dalla East Room della Casa Bianca avviando i lavori del vertice.


“Agire contro i cambiamenti climatici è un imperativo morale ed economico”, un intervento  può “creare milioni di posti di lavoro”.

Gli Usa hanno colto così l’occasione della Giornata della Terra per annunciare il loro ritorno in una posizione di leadership a livello globale sul tema, esortando quindi gli altri paesi a seguirli sulla stessa strada.
L’annuncio di Biden costituisce inoltre un significativo passo avanti anche rispetto agli impegni assunti dall’amministrazione Obama, ovvero una riduzione fra il 25 e il 28% entro il 2025, “a segnalare che la decisione di Biden di rientrare nell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici è solo l’inizio di uno sforzo aggressivo che comprende anche tentare di spingere gli altri paesi nella stessa direzione” scrive il New York Times.